Logo Eng2ita
ENG2ITA Community Versione lo-fi
22/11/2017, 22:58 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
E' stata disabilitata la ricerca ai visitatori! 
   Home   Sitemap Regolamento del forum Login Registrati  
Pagine: 1 
  Stampa  
Questo topic non e' stato ancora votato!
Non hai ancora votato questo topic. Seleziona una valutazione:
Autore Topic: HW dedicato: W98 caricato in flash rom  (Letto 3417 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
uvz
Full Member
***

Karma: 1
Offline Offline

Post: 165


« il: 19/01/2010, 11:44 »



http://www.litepc.com/eos.html

Fatto da un'azienda, a pagamento. Cosa ne pensate?
Loggato
ENG2ITA Community
« il: 19/01/2010, 11:44 »

 Loggato
aqua
Eng2ita Friends
*

Karma: 17
Offline Offline

Post: 551


Windows 8.1 Pro x64


« Rispondi #1 il: 20/01/2010, 12:19 »

Sicuramente interessante, ma non ci vedo una grande utilità.
Già XP sta diventando "vecchio", figuriamoci Windows 98. Wink
Loggato
Singolarity
Hero Member
*****

Karma: -63598
Offline Offline

Post: 1103



« Rispondi #2 il: 20/01/2010, 16:02 »

lo vedo superato anche io...ma non perché sia 98....attualmente esistono sistemi Mini/Nano/Pico-ITX basati su cpu Via C3/C7/Nano o addirittura recenti Atom che appunto permettono anche di montare un XP senza troppi problemi su supporti flash memory o SSD di vario tipo....e per altro ora con le piattaforme ION di nvidia anche queste sono riuscite ad avere maggiore potenza in ambito grafico 3D......cmq se sei interessato a questa tipologia ti consiglio di cercare parole come carputer (neologismo eng nato appunto dal fatto che essendo così piccoli sono usabili integrati in auto in vani autoradio o cruscotti ecc) oppure mini-htpc quando appunto vengono usato come media center casalinghi.....certo ne esistono molti anche già costruiti di questi ultimi con os proprietari quasi sempre basati su linux...però almeno all'estero è nata anche la mania di autocostruirseli...esattamente come dice questa recensione (in eng lo so tu non lo leggi ma era solo per esempio, se sei interessato posso tradurtela ma anche con google translator riusciresti a capirne un buon 80%): http://www.mediasmartserver.net/2009/09/07/building-a-mini-itx-htpc/

Non discuto che il lavoro svolto su sto embedded 98 sia stato gigantesco....noto per esempio la sostituzione della shell di 98 con quella di 95 + leggera si nota subito la mancanza della quick launch (barra di avvio veloce) eheh....per stare solo in 8-9Mb di spazio gli avranno lasciato solo il kernel, il VMM e la shell eheheh poi parlano di parecchie altre modifiche interne sostanziali....chissà dove va a swappare e quanto siano riusciti a limitare l'uso della memoria virtuale....un peccato che non rendano disponibile in modo trial/demo il loro lavoro e per altro mi sembra di capire che loro darebbero anche la parte hardware ma non trovo nessuna info su cosa possa mai essere.
Posso essere d'accordo quando dicono che quel 98 embedded sia molto + performante di qualsiasi XP Lite....ma non quando dicono che lo è pure di WinCE eheheh....siamo proprio su un'altro pianeta come paragone di leggerezza e architettura...se fosse vero MS stessa userebbe 98 al posto di WinCE eppure non è così eheh.

Cmq ti traduco in italiano quello che c'è scritto in un wiki eng sui win9x che è molto interessante soprattutto su come i vari processi di avvio di 9x funzionino....questo per farti capire che il lavoro di questi della LitePC non è stato sicuramente breve....sono andati a toccare molti dei processi di avvio di 98.

Citazione
Quando Win95 viene avviato, msdos viene caricato e processa il Config.SYS, lancia il Command.com, esegue l'Autoexec.bat e finalmente esegue Win.com. Il Win.com è usato da msdos per caricare la virtual machine manager (sarebbe il gestore della macchina virtuale, chiamato anche VMM), legge poi il System.ini, carica il virtual device drivers (driver virtuali di periferiche, noto anche come VxD) e dopo chiude qualsiasi copia del EMM386 (il vecchio gestore di memoria estesa in msdos) e passa alla protected mode (modalità protetta). Una volta in protected mode, il VxD trasferisce tutte le info di stato da msdos al file system manager a 32bit, poi chiude msdos. Queste VxD permettono a Win9x di interagire con le risorse hardware in modo diretto, grosso modo come le funzionalità di basso livello che avvengono nell'accesso ai dischi e gestione memoria a 32bit reali. Qualsiasi futura operazione del file system verrà reinstradata al file system manager a 32bit.
In WinME, il Win.com non era più eseguito durante il processo di avvio, invece veniva direttamente eseguito il VMM (VMM32.VXD) dal file IO.SYS

Spero di non averti incasinato di + le idee uvz, ti chiederai cosa c'entrino una macchina virtuale o driver per gestione virtuali....beh non sono proprio delle VM come le intendiamo noi...però ci si avvicinano, emulano chiamate e non interi sistemi...vedi il salto dai 16 ai 32bit non è stato ovviamente repentino e occorreva anche mantenere le retrocompatibilità di conseguenza non era possibile far mantenere l'ambiente dos su un sistema dichiaratamente full 32 perché non si sarebbe avviato più nulla a 16bit in dos....quindi l'idea come avrai letto è stata quella inizialmente per win95 e 98 di far partire il sistema da una base dos a 16bit per poi lanciare una serie di sistemi virtuali di chiamate in grado di instradare le varie operazioni nei due sensi, in particolare da 32 a 16 quando occorreva.
I veri win realmente full 32 sono sempre stati gli NT, infatti MS stessa per i primi win embedded usò NT4, prima ancora di creare WinCE.
 
Loggato
uvz
Full Member
***

Karma: 1
Offline Offline

Post: 165


« Rispondi #3 il: 21/01/2010, 18:30 »

Citato da: Singolarity
Posso essere d'accordo quando dicono che quel 98 embedded sia molto + performante di qualsiasi XP Lite....ma non quando dicono che lo è pure di WinCE eheheh....siamo proprio su un'altro pianeta come paragone di leggerezza e architettura...se fosse vero MS stessa userebbe 98 al posto di WinCE eppure non è così eheh.
O semplicemente perchè vogliono vendere il nuovo prodotto. Come con ME che allora doveva essere migliore del 98, visto che lo hanno fatto dopo, ma invece...

Io avrei fatto un W95 completamente a 32 bit e un dos.exe che fa girare le applicazioni a 16 bit. Una specie di s.o. in virtual machine, come va molto al giorno d'oggi.

da WIKI
e dopo chiude qualsiasi copia del EMM386 (il vecchio gestore di memoria estesa in msdos) e passa alla protected mode
Questo mi lascia alquanto interdetto. E' dal 286 che c'è la modalità protetta, e dal 386 in maniera più "completa" (passaggio da un applicazione all'altra). Capisco la solità compatibilità con il passato, ma che nel 1995 fanno uscire un s.o. che comincia in modalità reale, questo mi stupisce molto.
Loggato
Singolarity
Hero Member
*****

Karma: -63598
Offline Offline

Post: 1103



« Rispondi #4 il: 21/01/2010, 22:17 »

Citazione
Questo mi lascia alquanto interdetto. E' dal 286 che c'è la modalità protetta, e dal 386 in maniera più "completa" (passaggio da un applicazione all'altra). Capisco la solità compatibilità con il passato, ma che nel 1995 fanno uscire un s.o. che comincia in modalità reale, questo mi stupisce molto.

ottima deduzione.....infatti in un'altro post qui su eng2ita quando parlavo di win3.x in sostanza questo era catalogato come il primo win che supportava i 386 (ad esclusione di un Win/386 2.11 che venne poi usato come base per il 3.0) e di conseguenza la modalità protetta dei 386 o 386 enhanced....in sostanza quel sistema poteva realmente sfruttare le capacità estese dei 386 ma non lo faceva o almeno non di default...infatti per i motivi di compatibilità con il dos partiva in real mode....però dopo sotto win3.x si poteva anche sfruttare la 386 enhanced....in pochi sanno che invece il Win3.11 for workgroup era l'unico della serie 3.x a partire direttamente con la 386 enhanced mode....e qui nasce un secondo mistero che ho anche vissuto di persona all'epoca...MS già in tale ultimo win3.x aveva trasportato parti a 32 come il TCP/IP Stack ma in caso di apps di rete a 16 occorreva anche un processo per sfruttarle con quello stack a 32 e studiarono già allora un sistema che poi sarebbe stato usato anche nei Win9x per passare le chiamate tra i 16 e i 32 e viceversa....infine osarono persino portare una parte delle Win32 API sui win3.11 tramite un kit chiamato Win32s che in sostanza era una sottoversione di queste ma permetteva l'esecuzione delle prime apps 32 di win95 anche sui win3.11....in realtà non di tutte. Ricordo persino l'uso di un'altro kit di varie librerie migliorative questa volta in ambito grafico che si chiamavano WinG, permettevano un miglioramento sostanziale nelle vecchie GDI del win3.x.
Nel 1995 credo tu parli di Win95...beh ecco è una cosa anomala in sostanza in tale versione ex nova MS aveva si l'intenzione di dotarlo di una più ampia gestione quasi interamente a 32bit...ma non lo fece...il kernel era ancora a 16 per motivi di compatibilità con il dos...vi integrò molte cose degli NT che erano già a 32 nativi...a partire dalle Win32 API...per fare poi digerire a queste anche applicazioni vecchie Win16 si usavano appunto delle dll che eseguivano il passaggio delle chiamate tra i 16/32. Come ti dicevo sopra questo tipo di metodologia è andata avanti anche con i 98...e si è un poco modificata in ME proprio con l'abbandono della modalità reale dos.

Citazione
O semplicemente perchè vogliono vendere il nuovo prodotto.
no mi spiace WinCE è imbattibile in tale cotesto...a livello solo di kernel occupa anche meno di 1Mb ....quindi con le API per la gui (sempre che occorra) sicuramente non va oltre i 4Mb....mentre sto 98 embedded viene dichiarato sugli 8-9Mb che cmq non è un risultato negativo ma mi sarebbe piaciuto averlo sotto mano come già detto in trial a scatola chiusa non mi fiderei mai.
« Ultima modifica: 22/01/2010, 10:58 da Singolarity » Loggato
uvz
Full Member
***

Karma: 1
Offline Offline

Post: 165


« Rispondi #5 il: 22/01/2010, 17:06 »

Mi permette di continuare l'off topic visto che questo forum è praticamente morto, purtroppo.

>e qui nasce un secondo mistero che ho anche vissuto di persona all'epoca...
Il mistero quale sarebbe? Come funzionavano alcune cose che usavate allora?

>infine osarono persino portare una parte delle Win32 API sui win3.11 tramite un kit chiamato Win32s che in sostanza
>era una sottoversione di queste ma permetteva l'esecuzione delle prime apps 32 di win95 anche sui win3.11
Parli di 3.11 normale? La 3.11 for Workgroup era già completamente a 32 bit? O è cominciato dalla 3.50 o 51?
Loggato
Singolarity
Hero Member
*****

Karma: -63598
Offline Offline

Post: 1103



« Rispondi #6 il: 22/01/2010, 18:34 »

non siamo tanto OT e il forum non è morto altrimenti non ci vedresti 20 utenti fissi tra reg e non.

Citazione
Il mistero quale sarebbe? Come funzionavano alcune cose che usavate allora?
come quale???? che nel win3.11 for workgroup avesse deciso di avviarlo direttamente in 386 enhanced e che poi MS stesse già lavorando a quello che sarebbe stato Win95 o Win4...e questo già nel tardo 1993....però le idee originarie del Win95 secondo fonti erano di renderlo già full 32 e addirittura di creare già da quel momento una unione con gli NT che a quel tempo erano quasi già alla ver 3.5 che sarebbe uscita durante il 1994. Sempre secondo voci MS stessa stava già progettando da allora un winfs, in pratica invece della FAT32 voleva direttamente abbandonare le FAT e anche le NTFS (che discendevano dalle HPFS di OS/2)...e voleva già partire con un fs ex novo....questo tentativo sarebbe anche dimostrato dal ritardo nell'introduzione alle FAT32 che arrivarono solo con Win95B, ritardo per altro anche nel supporto delle medesime in NT4 aggiuntogli solo dopo con uno degli SP....che fa sembrare come al solito un ripiego all'ultim'ora.
E' come se MS avesse avuto l'idea allora di procedere con solo NT soppiantando del tutto il win3.x...quindi il futuro win4 visto come un unico win usabile sia a livello domestico sia business....non successe e nacque invece la serie win9x e NT continuò in modo separato ancora per vari anni fino a XP....e anche con win2000 ci provò ma poi scelse di continuare i 9x con ME anche allora.

Citazione
Parli di 3.11 normale? La 3.11 for Workgroup era già completamente a 32 bit? O è cominciato dalla 3.50 o 51?
3.11 normale quando parlavo del Win32s che cmq si poteva montare anche sul WFW....e 3.11 For Workgroup per lo stack TCP/IP a 32bit (che per gli amici + intimi è il winsock32 eheh) e per il file access a 32. ......3.5 e 3.51 sono degli NT ed erano da sempre full 32.
« Ultima modifica: 23/01/2010, 11:34 da Singolarity » Loggato
Pagine: 1 
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines | Sitemap XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!

Eng2ita.net - Tutti i diritti riservati ©2006-2015   |   Privacy policy |   Licenza Creative Commons