Logo Eng2ita
ENG2ITA Community Versione lo-fi
16/10/2018, 17:07 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
E' stata disabilitata la ricerca ai visitatori! 
   Home   Sitemap Regolamento del forum Login Registrati  
Pagine: 1 
  Stampa  
Questo topic non e' stato ancora votato!
Non hai ancora votato questo topic. Seleziona una valutazione:
Autore Topic: Windows non più supportati come fare??  (Letto 722 volte)
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Singolarity
Eng2ita Staff
***

Karma: -63598
Offline Offline

Post: 1134



« il: 29/03/2018, 13:23 »

Parto subito dicendovi che non consiglierei questi mezzi in un ambito di sistemi ad uso lavorativo, MS ufficialmente considera questi windows sotto elencati come già non più supportati e come tali non ne rilascia più patch, di conseguenza l'avviso ci vuole, ne io ne lo staff di Eng2ita ci riteniamo responsabili per qualsiasi danno arrecato ai vostri sistemi e dati dall'utilizzo improprio di patch non conformi secondo i dettami di MS.
Ci terrei a precisare che non è detto che tutte le patch "alternative" risolvano tutti i bugs di versioni non più supportate, in particolare come nei casi di XP potrebbe essere ancora esposto a bugs che nella versione POSReady non è affetto, giusto per fare un esempio, idem per gli altri windows, ergo aggiornarli in questo modo non da una sicurezza piena al 100% ma possono sussistere dovuti dubbi.
Detto ciò parto con una carrellata sulle possibilità attuali indicando anche le dovute avvertenze.

Windows XP -> XP POSReady 2009 (supportato fino al 9 Aprile 2019)
Il supporto ufficiale a XP terminò ad Aprile 2014. Il POSReady 2009 è in realtà basato su XP Embedded, versione che non è propriamente similare al XP 32bit normale. Nonostante questo molte api e file sono condivisi tra i due, in particolare tutta la parte di IE e qualcos'altro, al momento montare gran parte delle patch del POSReady 2009 su un XP non sembra creargli problemi gravi, nemmeno se si montano quelle inutili che riguardano prettamente le funzioni POS, che per altro si possono ovviamente evitare.
Per passare alla POSReady 2009 basta una semplice modifica nel registro e far credere a Windows Update di essere effettivamente su un POSReady 2009, alcuni utenti però hanno cominciato ad analizzare i singoli pacchetti delle varie patch facendo nuove liste ed eliminando le robe inutili, sinceramente consiglio di seguire tali liste e disabilitare del tutto il windows update. Una lista di tali patch aggiornate la trovate anche su questo forum: http://www.eng2ita.net/forum/index.php/topic,8853.0.html
Di seguito il listato del reg da copiare:
Codice:
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\WPA\PosReady]
"Installed"=dword:00000001

Windows XP x64 -> Windows Server 2003 x64 (supporto cessato definitivamente a Ottobre 2016)
Come già molti sapranno XP x64 al di là del nome in realtà celava un kernel natio 2003 x64, era a tutti gli effetti una specie di 2003 workstation, questo ha reso più semplice continuare a usare le stesse patch di 2003 x64 anche dopo Aprile 2014, data ufficiale di fine supporto per XP x64. Per altro le patch erano tutte abbastanza compatibili salvo un paio di casi in cui era necessario un "hack" e un install manuale. Ma anche il supporto a 2003 x64 è terminato a Luglio 2015, nonostante ciò in pochi sanno che una versione particolare di 2003, la Storage Server 2003 è arrivata come supporto fino a Ottobre 2016, e quindi questa è in assoluto la vera data delle ultime patch anche per XP x64 ad esclusione di un paio di patch del 2017 (quelle contro il malware WannaCry).
Una lista delle patch di 2003 x64 compatibili con XP x64 si trova qui: http://wp.xin.at/xp-x64-post-mortem-updates

Windows Vista 32/64bit -> Windows Server 2008 32/64bit (supportato fino al 14 Gennaio 2020)
MS per questo "sfortunato" os ne ha decretato la cessazione ufficiale ad Aprile 2017, ma questo ha del misterioso, in verità il supporto è continuato quasi in modo ufficiale, in tutte le patch dei mesi successivi riguardante la sua controparte server ossia Win Server 2008 sia 32 che 64bit sono già predisposte anche per essere montate manualmente su Vista 32 e 64bit e ciò risulta anche dagli script interni di ogni patch in cui è indicata ovviamente la compatibilità ancora con Vista SP2. Addirittura MS nel suo sistema wsus (Windows Server Update Services) in caso di sistemi Vista è predisposto per continuare ad aggiornarli ufficialmente proprio usando le stesse patch di Win Server 2008.
Personalmente consiglio comunque di sospendere il Windows Update in quanto non scarica automaticamente patch oltre la data ufficiale di cessazione supporto, quindi o le montate manualmente oppure consiglio di usare WSUS Offline ESR che va proprio a scaricare lo script wsusscan.cab dai server MS e monterà le sole patch necessarie a Vista 32/64bit escludendo quelle inutili di Win Server 2008.

Windows 8.0 32bit -> Windows 8.0 Embedded (supportato fino al 11 Luglio 2023)
Windows 8.0 64bit -> Windows Server 2012 (supportato fino al 10 Ottobre 2023)

MS terminò il supporto ai Windows 8.0 32/64bit il 12 Dicembre 2016, obbligando i vari utenti ad effettuare l'upgrade gratuito a Windows 8.1. In taluni casi però tale passaggio, anche a causa di mancati update drivers da parte di alcuni produttori, determinò gravi problemi (in alcuni casi risolti addirittura solo con l'arrivo di Windows 10) ciò ha determinato per alcuni l'obbligo a restare a 8.0. Come per Vista/Server2008 anche in questo caso in realtà MS non ha cessato davvero il supporto a 8.0 ma per ovvi motivi è stato costretto a continuarlo in particolare per la versione Embedded del 8.0 a 32bit e per chi ancora usava Win Server 2012 (che esiste solo in versione 64bit). Queste due versioni sono compatibili ancora oggi con i normali Windows 8.0 a 32 e 64bit, tanto che oltre a poter montare manualmente tali patch è possibile usare WSUS Offline ESR proprio per avere le sole patch specifiche per Windows 8.0 e il tutto con la garanzia diretta di MS visto che di nuovo vengono dai suoi sistemi wsus.

La domanda visto che siamo su Eng2ita nasce spontanea...è possibile usare queste patch "non ufficiali" per creare una versione unattended aggiornata??? beh la risposta è SI senza problemi usando i normali tools che si sono sempre usati, questo sia in XP/2003 che per Vista e Win8.0 usando il dism/waik o qualsiasi altro tools specifico.

e per il futuro cosa ci attende??
Windows 7 terminerà ufficialmente il suo supporto a Gennaio 2020, sembra tanto lontano ma in realtà sono meno di 2 anni, qualcuno sta già cominciando a pensare come risolvere il problema patch per qualche altro tempo, si è così trovato che due versioni particolari, la Windows Embedded POSReady 7 (versione successiva proprio al POSReady 2009) e la Windows Thin PC (successore di XP FLP), entrambe basate su Windows Embedded 7, arriveranno fino a Ottobre 2021. Qualcuno sta già sperimentando la compatibilità e non sembra andare male, ergo si tirerà un sospiro di solievo tenendo Windows 7 per quasi 1 anno e mezzo in più. Da notare che Windows 7 è purtroppo l'ultimo windows montabile su quelle cpu vecchie (di norma precedenti al 2005/2006) che non supportavano il PAE e Execute Disable Bit (NX Bit per AMD o XD Bit per Intel), sistemi di controllo memoria divenuti indispensabili da Windows 8 in poi.
« Ultima modifica: 09/04/2018, 12:42 da Singolarity » Loggato
ENG2ITA Community
« il: 29/03/2018, 13:23 »

 Loggato
Pagine: 1 
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2015, Simple Machines | Sitemap XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!

Eng2ita.net - Tutti i diritti riservati ©2006-2015   |   Privacy policy |   Licenza Creative Commons